Civitavecchia

Il portale della tua città
Lingua Italiana
Civitavecchia.com in lingua inglese
Home  |   Notizie locali  |   Contatti
Menù Veloce
Santamarinella.com
powered by
its best forms that also include in-house-made movements. This particular version of the Breitling Navitimer Replica Rolex watches includes the Breitling Calibre 01 – which is their most popular in-house automatic chronograph (as well as being the first in-house movement they released). With that said, Breitling offers a truly dizzying Watches Replica array .
Civitavecchia.com - Notizie
Notizie
Notizie Locali
 
per richiedere di inserire la tua azienda su Civitavecchia.com clicca QUI
Vai alle Notizie Nazionali
Notizie
Notizie Locali
Fonte: Civonline.it

23.06.2018
Porto, operatori preoccupati

CIVITAVECCHIA - La logistica è cambiata, bisogna rendersene conto ed agire di conseguenza, in maniera puntuale e veloce, altrimenti il rischio è che i traffici - quei pochi che ancora riescono a tenere - si perdano. È questa in sostanza la strada che traccia l’ex operatore portuale Sergio Serpente, da anni nel settore, ed oggi preoccupato per le ultime notizie che arrivano dallo scalo. «Notizie preoccupanti sul nostro porto che, ancora una volta, sembra essere lontano dalla città pur essendo profondamente uniti - ha spiegato - la crisi del nostro scalo assomiglia ad altre già vissute e superate, anche se gli scenari attuali sono profondamente mutati». (SEGUE)

I PROBLEMI - Sono diversi i fattori che portano a tracciare un quadro poco rassicurante. A partire dalla mancanza di un rappresentante del territorio nel Comitato di gestione portuale, «che sta facendo emergere tutte le criticità e, se fosse vero, sarebbe anacronistico che si nominassero membri che fanno parte di commissioni in altri porti». Il sindaco Cozzolino ha confermato di essere al lavoro per cercare un sostituto del consigliere Fortunato, ma sono mesi ormai che la poltrona è vuota e, nonostante il dialogo quotidiano tra enti, rimane il fatto che si tratta di un organo con funzioni importanti; ed il territorio non è comunque rappresentato. «Un tempo in città c’erano dibattiti tra persone che esprimevano le loro conoscenze ed opinioni in modo democratico - ha aggiunto Serpente - questo era il sintomo di una comunità vivace e non depressa, che era in grado di giungere a soluzioni condivise. Si chiamavano in causa esperti del settore che, grazie a doti professionali ed umane, riuscivano a mediare e a risolvere questioni anche molto delicate. Oggi non c’è più confronto. Sarebbe preoccupante se il destino del porto e quindi della comunità fossero nelle mani di pochi che hanno una visione parziale dei problemi». (Agg. 23/06 ore 09.13)

LE RISPOSTE ALLA LOGISTICA - E poi la considerazione di come la logistica sia cambiata: le scelte devono essere ponderate, ma anche veloci. «Non si possono non prendere in considerazione questi aspetti - ha ribadito - così come è cambiata la logistica, allo stesso modo bisogna essere capaci di modificarsi, interpretare il cambiamento e raccogliere le sfide, senza rimanere ancorati al presente o peggio al passato, altrimenti i traffici prendono altri lidi. Il monopolio e la potenza ch alcuni armatori dimostrano spesso non vanno di pari passo con le esigenze del porto, impediscono l’arrivo di nuova merce e danneggiano l’occupazione. Sono indispensabili figure esperte e lungimiranti, che sappiano cogliere i cambiamenti e gli umori di un mercato sempre più complesso e globalizzato, sottostante alle leggi dell’economia e della finanza internazionali. Le istituzioni preposte non possono tacere e non intervenire perché è loro preciso compito nonché dovere. Abbandoniamo i conflitti interni e concentriamoci sui veri problemi: sull’occupazione, sulle scadenze che richiedono risposte precise e immediate». Secondo Serpente ecco che diventa quindi fondamentale la programmazione dello scalo «come l’attenzione e le strategie per risolvere le criticità, le vertenze, non ultima quella che vede nell’Enel la controparte,  al fine di salvaguardare mestranze e professionalità - ha concluso  espressione del territorio, così da assicurare nuovamente al porto di Civitavecchia il ruolo di primo piano che merita». In questo contesto si inserisce anche la vertenza dell’Interporto, figlia di mancate scelte da parte delle istituzioni e di una mancanza assoluta di una visione strategica di insieme del porto e della sua città. (Agg. 23/06 ore 10.27)

Tutti i diritti sono riservati. Il contenuto del servizio Pagineweb-italia.com è copyright di
Creative Web Studio Srl
Via Savoia, 78 - 00198 Roma
Via Vincenzo Monti, 8 - 20123 Milano
Sede Operativa: Via Tarquinia, 81 - 00053 Civitavecchia (RM)

Per informazioni: info@cwstudio.it   |   P.IVA 08981961009
Privacy | Sitemap | Credits
Realizzazione Siti Internet